fbpx
Questo Natale ti auguriamo silenzio...
19598
post-template-default,single,single-post,postid-19598,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.2.3,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-21.0,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive,elementor-default
 

Questo Natale ti auguriamo silenzio…

silenzio

Questo Natale ti auguriamo silenzio…

In una gelida notte di marzo del 2010 cento esperti di marketing finlandesi si sono riuniti nel ristorante Sea Horse di Helsinki con l’obiettivo di trasformare un paes­e di medie dimensioni e piuttosto isolato in un’attrazione turistica mondiale. Il problema era che la Finlandia era considerata un posto tranquillo e da due anni la commissione incaricata di rilanciare l’immagine del paese stava cercando qualcosa che facesse colpo. Sorseggiando i loro drink gli esperti hanno passato in rassegna i punti di forzainsegnanti eccellenti, una grande abbondanza di funghi e frutti di bosco, una capitale piccola ma culturalmente vivace. Niente di particolarmente irresistibile. Qualcuno ha suggerito scherzosamente che la nudità poteva essere una qualità nazionale, un modo per sottolineare l’onestà dei finlandesi. Un altro ancora ha fatto notare che la tranquillità non era poi così negativa. E il commento ha fatto riflettere

Noora Vikman, un’etnomusicologa che ha collaborato alla ricerca di un nuovo marchio per la Finlandia, conosce bene il potere del silenzio. Vive nell’est del paese, in una zona di laghi e foreste. In quel posto remoto e silenzioso, dice, scopre pensieri e sentimenti che le sfuggono durante la frenetica vita quotidiana“Se vuoi conoscere te stesso devi stare con te stesso, parlare e discutere con te stesso”.

Silenzioprego è stato lo slogan più apprezzato della campagna pubblicitaria per rinnovare l’immagine della Finlandia, e la pagina su questo tema è una delle più popolari su visitfinland.com. Forse il silenzio si vende bene perché sembra una cosa tangibile, qualcosa di fragile come la porcellana o il cristallo, un oggetto delicato e prezioso. Vik­man ricorda una rara esperienza di silenzio quasi assoluto. Immersa nella natura finlandese, ha dovuto tendere le orecchie per cogliere anche il minimo suono prodotto dagli animali o dal vento. “È strano come si cambia”, dice. “Abbiamo il potere di rompere il silenzio anche con il più piccolo suono, ma non vogliamo più farlo. Vogliamo stare nel silenzio più profondo possibile

Articolo tratto da “Internazione”
Leggilo tutto qui
https://www.internazionale.it/notizie/daniel-a-gross/2019/12/06/silenzio-cervello

 

Il nostro augurio per questo Natale è molto semplice:


Ti auguriamo di stare in silenzio, di scoprire pensieri e sentimenti che spesso ti sfuggono durante la frenetica vita quotidiana

Buon SILENZIO quindi.

Ci vediamo il 2 Gennaio in bottega

Teresa, Paola, Francesco, Chiaraluna, Myriam e Nicholas

 



  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.