×
OPEN

Ecco alcuni trucchi della nonna per conservare meglio alcuni alimenti!

 La tua nonna sicuramente conosce questi trucchi e sono sicura li abbia utilizzati spesso.

Ci sono infatti alcuni piccoli trucchi che possiamo sfruttare per conservare, anche fuori dal frigorifero, alcuni alimenti e farli durare così di più

Ne conosci altri? Scrivici pure che integriamo la lista

 

Ecco i nostri trucchi:

- verdura a foglia (insalate, cavoli ecc): riempite un piatto con dell'acqua e immergetevi la parte recisa come fareste con i fiori.  Resistono tranquillamente tra i 5/7 giorni senza la necessità di conservarli in frigo

- mele e patate: se stanno insieme evitano la germinazione delle patate. le mele infatti emettono etilene, un gas che ha la capacità di far maturare frutta e verdura (es: le banane o i kiwi). Se quindi mettete vicino le patate alle mele, in un posto buio, queste dureranno tranquillamente settimane senza germogliare

Nel conservare le mele, stai attento/a a non lasciarle troppo vicine le une alle altre: se va a male una, anche le altre inizieranno ad andare male (vale lo stesso per le arance e i limoni)

- le uova lasciatele fuori dal frigo, durano almeno 20/24 giorni (ricorda che l'uovo dura 28 giorni dalla sua deposizione)

- peperoni, melanzane, zucchine, pomodori, kiwi: mettetele su una griglia con sotto una bacinella colma d'acqua per mantenerli idratati

- limoni: se chiusi in una sacchetto ermeticamente, durano 4 volte di più

- cipollotti freschi: possono essere conservati meglio se, dopo essere stati ben lavati, vengono immersi in un bicchiere o recipiente con acqua.  Tagliate le foglie di cui non avete bisogno, eliminate i residui di terra e immergeteli. Possono mantenersi anche fino a due settimane.

- Avocado e cipolle: per far durare di più un avocado, basterà conservare il frutto in un recipiente accanto a una cipolla tagliata in due.

 

Ricordati anche di disporre i cibi in frigo in modo corretto e non in base a dove hai spazio: la zona più bassa del frigo – sopra ai cassetti – è quella più fredda, dove vanno conservati carne e pesce crudi; i cassetti sono invece per le verdure e la frutta fresche, che devono essere protetti da temperature troppo basse che potrebbero danneggiarle; nella parte centrale possiamo mettere i latticini e nella parte più alta (e più calda) stipare formaggi e pietanze già cotte.

Attenzione a non conservare i pomodori in frigo, pena la perdita di sapore! Il sapore dei pomodori infatti è conferito alla polpa da alcuni geni che smettono di funzionare definitivamente attorno ai 12 gradi e lentamente si dissolvono. Dopo una breve permanenza in frigo, tutto il loro sapore svanisce

Anche le banane, mai in frigo, diventaranno subito nere!

 

Lascia un commento