Rassegna Stampa

Fondazione De Agostini e ZeroPerCento

Fondazione De Agostini e ZeroPerCento

Questo mese la Fondazione De Agostini inaugura la sua newsletter dove parlano di tanti progetti della Fondazione e anche di noi! 

Vogliamo raccontarvi la storia di Namastè, ma soprattutto delle sue fondatrici: quattro giovani donne che hanno deciso di dare vita a una cooperativa sociale che si occupa di inserimento lavorativo di persone con disabilità intellettiva, attraverso la gestione di punti vendita di prodotti alimentari provenienti da filiera etica.

Namastè è la prima cooperativa sociale finanziata da Restart Italia, un progetto di  Opes-Lcef Impact Fund, a cui Fondazione De Agostini ha scelto di partecipare. 

Restart Italia mette a disposizione un nuovo strumento finanziario per aiutare le cooperative e imprese sociali in difficoltà: il “recoverable grant”, una forma ibrida fra donazione e investimento, un prestito che può essere restituito dal beneficiario a tasso zero con grande flessibilità.

Nelle botteghe di Namastè gli abitanti del quartiere con una disabilità intellettiva e che sono disoccupati possono fare un tirocinio professionale finalizzato all’inserimento nel mondo del lavoro. 

Con il nostro contributo abbiamo aiutato Teresa, Paola, Margherita e Viviana ad aprire una seconda bottega a Milano, nel quartiere Sarpi, dopo quella già attiva in zona Niguarda. Grazie a loro e al percorso di formazione on the job, ad oggi circa il 70% delle persone inserite nelle botteghe sono state assunte nelle grandi catene (Coop, NaturaSì, Auchan, Apple).

Da Restart Italia, per far ripartire le imprese del Terzo settore

Leggi di più
QUANDO IL LAVORO RENDE VISIBILI

QUANDO IL LAVORO RENDE VISIBILI

ZEROPERCENTO , UN ESEMPIO VIRTUOSO DI AZIENDA SOCIALE GESTITA CON UNA SOLIDA FORMAZIONE ECONOMICA E GESTIONALE 

 

ZeroPerCento, un hub sociale nel panorama milanese

Spostiamoci ora nella realtà della città di Milano e nel suo hinterland. Pur essendo a livello nazionale un esempio di inclusione sociale (tanto da essere nominata nel 2016 capitale italiana del volontariato), anche Milano non è da meno. Per capire meglio come sia possibile muoversi in maniera attiva e propositiva in questo delicato ambito abbiamo voluto raccogliere la testimonianza di Teresa Scorza, responsabile di ZeroPerCento, con la quale abbiamo approfondito i vari aspetti del progetto sociale, nato ormai quasi sei anni fa, al quale è approdata attraverso un percorso personale, formativo e professionale di tutto rispetto, malgrado la giovane età.

Teresa, con la sua laurea specialistica in Amministrazione, Finanza Aziendale e Controllo conseguita presso l’Università Bocconi di Milano e un Master di Il Sole 24 Ore in Management degli enti non profit, ha operato nel Terzo Settore e nel mondo della cooperazione, anche internazionale. Nel 2015, al rientro in Italia, avendo sperimentato personalmente le difficoltà per ricollocarsi nel mondo del lavoro, ha avuto l’idea – che oggi definisce anche un po’ ingenua – di creare un’iniziativa che le permettesse di realizzare proprio il suo concetto di azienda sociale.

Leggi l'articolo completo qui su Caos Management

 

 

 

 

Leggi di più
Zeropercento, una bottega etica a Milano

Zeropercento, una bottega etica a Milano

da today.it

Zeropercento è una bottega etica nata nel 2016, in seguito alla concessione da parte del Comune di Milano di uno spazio in comodato d’uso in un angolo molto difficile del quartiere Niguarda, contraddistinto da un marciapiede con attività commerciali dalla serranda abbassata e numerosi arresti avvenuti nel 2011 per racket di occupazioni abusive. A complicare ulteriormente la situazione, la presenza di sole abitazioni attorno al punto vendita, ubicato quindi in un luogo non proprio di passaggio, in una via a senso unico.

È un piccolo spazio di 40 metri quadri, ma sorprende per come si stia espandendo anche attorno. Davanti all’ingresso una rastrelliera per le biciclette, diversi bancali con una varietà rilevante di libri adibiti al bookcrossing (e se ne trovano di diversi generi e talvolta in buonissimo stato) e qualche fioriera. La serranda è coloratissima e vivace. Dentro il negozio, un vero angolo di pace, lontano dalla frenesia della grande distribuzione: i prodotti sono tutti sfusi, dalla frutta e verdura alle granaglie, ma anche pane, pasta, succhi, birra e vino. Tutti i prodotti sono 100% a chilometro zero (da qui il nome dell’attività) e provengono da aziende agricole lombarde e da cooperative agricole sociali. Dal sito di Zeropercento è possibile inoltre ordinare carne, pasta fresca, latticini di bufala e ritirarli direttamente in loco e monitorare gli arrivi settimanali consultando il calendario di consegna dei prodotti.

 

Continua a leggere qui

Leggi di più
Nei negozi ZeroPerCento cibo etico, lavoro per chi ha disabilità, zerowaste

Nei negozi ZeroPerCento cibo etico, lavoro per chi ha disabilità, zerowaste

Un negozio in cui tutto ha un valore diverso: con cibo e prodotti di qualità da piccoli agricoltori a chilometro zero o da cooperative sociali, venduti da persone con disabilità che qui fanno esperienza per poi trovare lavoro anche altrove.

Questo sognava Teresa Scorza, e questo ha realizzato con il progetto “ZeroPerCento”: la “bottega etica” che prima ha rianimato una via popolare del quartiere Niguarda, nella periferia nord di Milano, poi nell’anno della pandemia ha raddoppiato con un secondo negozio in zona Sarpi.

Il progetto portato avanti da questa trentenne sposa diversi degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda ONU 2030, e per questo è ospitato nella sezione Lombardia 2030 di questa piattaforma, dedicata proprie alle iniziative in linea con i 17 SDGs.

La storia di “ZeroPerCento” parte nel 2016, quando il progetto gestito dalla coop sociale onlus Namastè si aggiudica la gestione di uno spazio comunale in via Padre Luigi Monti 24/a, nella zona 9. A settembre del 2017, Teresa - come rappresentante legale e presidente di Namastè - con la collega Paola Maisto (vicepresidente) apre la bottega etica, avviata grazie anche a un crowdfunding e con il sostegno di Comune di Milano e di Regione Lombardia.

 

Leggi di più qui

https://www.openinnovation.regione.lombardia.it/it/b/572/nei-negozi-zeropercento-cibo-etico-lavoro-per-chi-ha-disabilit-zerowas

 

 

Di redazione Open Innovation

Leggi di più
ZeroPerCento: il format etico e sostenibile che aiuta i più deboli

ZeroPerCento: il format etico e sostenibile che aiuta i più deboli

Due punti di vendita già realizzati e un terzo di prossima apertura per il format di bottega etica ZeroPerCento, nato dall'idea del team di donne che compongono la cooperativa sociale onlus Namastè. Da pochi giorni è entrato nel capitale sociale della cooperativa anche la Fondazione Opes - Lcef

 

Si tratta di un format ideato dallo studio 23Bassi (gli architetti fondatori intervistati sul numero 5 di Gdoweek 2021) in un'ottica di sostenibilità e sostegno sociale ai più deboli con una proposta di prodotti sfusi ed etici provenienti da piccoli produttori agricoli e da cooperative agricole sociali. Il negozio è gestito direttamente dai beneficiari stessi, persone con disabilità intellettiva disoccupate da almeno 6 mesi che grazie a questa esperienza possono ricominciare e costruirsi un futuro. L'assortimento comprende referenze che spaziano dalla frutta e verdura al pane fresco, dalla carne bio alle uova, dai latticini ai prodotti secchi. È presente inoltre un reparto per la pulizia della casa con prodotti alla spina e un reparto per l'igiene della persona, zero waste e sfuso. Infine c'è un settore di prodotti per animali e accessori per la casa.

 

Leggi di più qui:

https://www.gdoweek.it/zeropercento-il-format-etico-e-sostenibile-che-aiuta-i-piu-deboli/

Leggi di più
ZeroPerCento al Tg3 Lombardia
Il food market a km zero che forma disoccupati

Il food market a km zero che forma disoccupati

Di Maria Rita Stanca

Un emporio solidale di frutta e verdura, ma anche pane, pasta, granaglie, succhi, birra e vino, rigorosamente provenienti da una filiera etica, attenta all’ambiente e al lavoro dell’uomo, gestito da personale disoccupato da almeno 6 mesi. 

ZeroPerCento è una bottega solidale che vende prodotti alimentari biologici, etici e sfusi, aperta a tutti i cittadini milanesi interessati ad acquistare cibi sani e genuini, provenienti da aziende agricole del territorio e da cooperative sociali.

Il progetto, nato per volontà di  Namastè Cooperativa Sociale Onlus, dopo l’ottima riuscita del primo negozio nel quartiere di Niguarda a Milano, apre in via Luca Signorelli al civico 13 il nuovo store con l’obiettivo di formare almeno 10 persone disoccupate e  con disabilità intellettiva per reinserirle nel mondo del lavoro

 

Leggi l'articolo quI

 

Leggi di più
Apre ZeroPerCento, il negozio solidale che assume giovani in difficoltà

Apre ZeroPerCento, il negozio solidale che assume giovani in difficoltà

di Francesca Robertiello

 

ZeroPerCento" raddoppia e apre un nuovo food market a Milano, in zona Paolo Sarpi. Il negozio di prodotti biologici, nato nel 2016 da un'idea della cooperativa sociale Namastè nel quartiere Niguarda, si pone da un lato l'obiettivo di dare lavoro a persone con disabilità, dall'altro di vendere prodotti ecosostenibili. "A quattro anni dalla prima esperienza, abbiamo deciso di rimetterci in gioco in controtendenza rispetto ai tempi difficili per il Covid", racconta Teresa Scorza, coordinatrice di "ZeroPerCento".

 

Leggi l'articolo qui:

 

https://milano.repubblica.it/cronaca/2020/11/26/news/apre_zeropercento_il_negozio_solidale_che_assume_giovani_in_difficolta_-275916000/?fbclid=IwAR2LPszVpJqt8e7JhZkPpLwV-8zHsxRHGqmTh2zFCQOKh2H013Z9G2pcc-s

Leggi di più
ZeroPerCento, il 26 novembre apre il nuovo punto vendita che da lavoro a persone disoccupate con disabilità intellettiva

ZeroPerCento, il 26 novembre apre il nuovo punto vendita che da lavoro a persone disoccupate con disabilità intellettiva

ZeroPerCento raddoppia!

Sull’onda del grande successo ottenuto con il primo negozio nel quartiere di Niguarda a Milano, apre in via Luca Signorelli 13 il nuovo store ZeroPerCento, il food market della cooperativa Namasté che promuove l’inserimento lavorativo di persone da tempo disoccupate e con disabilità intellettiva. Non solo. Nei negozi ZeroPerCento si trovano esclusivamente prodotti di aziende agricole e cooperative sociali italiane: uno degli obiettivi perseguiti, infatti, è la valorizzazione di produttori etici che garantiscono una fornitura di ottima qualità. 

Il nuovo store avrà la peculiarità di vendere tutti prodotti sfusi: frutta e verdura, ma anche pane, pasta, granaglie, succhi, birra e vino, rigorosamente provenienti da una filiera etica, attenta all’ambiente e al lavoro dell’uomo.

Nel negozio di via Signorelli sarà, inoltre, presente un ricco corner di cosmetici, tutti naturali ed ecosostenibili, e di articoli per la cura della casa, il cui utilizzo assicura il rispetto e la tutela dell’ambiente. Nel periodo di emergenza da Covid 19, durante il quale sempre più saracinesche desolatamente si abbassano, la cooperativa Namastè lancia un messaggio fuori dal coro, trasmettendo uno sguardo positivo sulla realtà che spinge a rischiare e investire su un progetto che crede nella potenzialità di ogni essere umano in grado di trasformare le diffuse ricchezze del nostro Bel Paese in bene comune.

 

 

 

Leggi tutto l'articolo qui:

https://www.milanopost.info/2020/11/20/zeropercento-il-26-novembre-apre-il-nuovo-punto-vendita-che-da-lavoro-a-persone-disoccupate-con-disabilita-intellettiva/

Leggi di più
Milano, apre il secondo negozio di ZeroPerCento, food market che dà lavoro a disoccupati e disabili

Milano, apre il secondo negozio di ZeroPerCento, food market che dà lavoro a disoccupati e disabili

di Simone Gorla

ZeroPerCento apre un secondo negozio a Milano. La bottega solidale gestita dalla cooperativa Namastè – che vende prodotti alimentari biologici, etici e sfusi, dando lavoro a persone da tempo disoccupate e con disabilità intellettiva – raddoppia e dopo il punto vendita nel quartiere Niguarda ne apre uno anche a Chinartown.

continua su: https://www.fanpage.it/milano/milano-apre-il-secondo-negozio-di-zeropercento-food-market-che-da-lavoro-a-disoccupati-e-disabili/
https://www.fanpage.it/

 

Leggi l'articolo qui


https://www.fanpage.it/milano/milano-apre-il-secondo-negozio-di-zeropercento-food-market-che-da-lavoro-a-disoccupati-e-disabili/

Leggi di più
Teresa e la sua palestra speciale

Teresa e la sua palestra speciale

Teresa Scorza, dopo essersi laureata all’Università Bocconi e aver fatto il suo debutto in una multinazionale, si ferma. Lavorare davanti a un pc in un’azienda non le si addice, vuole fare qualcosa di diverso e di utile. Ne parla con due amiche e dalla condivisione di valori e obiettivi e dal confronto nascono la Cooperativa Namastè e il progetto “Zeropercento”, due nomi che possono apparire misteriosi. Il primo proviene dal mondo dello yoga ed è sinonimo di saluto, il secondo è un gioco di parole che vuole indicare esattamente il contrario: il valore non è certamente zero, è tanto.
Leggi di più
4 vincitori + 1 alla quarta edizione di Welfare che Impresa!

4 vincitori + 1 alla quarta edizione di Welfare che Impresa!

ZeroPerCento, SimplifAI Ted, Corax Lifebox e Lac2lab hanno vinto il concorso promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione Snam, Fondazione Con il Sud, Ubi Banca e Fondazione Peppino Vismara. Un premio speciale a +stic 4 crafts. 682 le candidature arrivate da tutta Italia, in aumento rispetto agli anni scorsi

Leggi di più
18 risultati